Sneaker Karhu Fusion 20 Olive Night/joia v6WlSh

SKU1819171
Sneaker Karhu Fusion 2.0 Olive Night/joia v6WlSh
Sneaker Karhu Fusion 2.0 Olive Night/joia

Select Page

Lavoro e Impresa

Lavoro flessibile
Posted by Lavoro e Impresa

Filippo Chiappi Per classificare un’attività lavorativa come stagionale è necessario che la stessa non si svolga in modo continuativo ma si concentri in determinati periodi dell’anno. Il legislatore ha provveduto all’individuazione tassativa delle attività stagionali, principalmente legate al settore agricolo e turistico, attraverso il decreto del Presidente della Repubblica 1525/1963 la cui valenza è stata ribadita dalla legge 247/2007 (Protocollo del Welfare) che nel prevedere la deroga al tetto massimo (36 mesi) di durata dei contratti a tempo determinato per le attività stagionali richiamava, per l’appunto, tale provvedimento legislativo, unitamente alla previsione della contrattazione collettiva.

L’individuazione di una prestazione lavorativa come stagionale rileva, essenzialmente, al fine di consentire la legittima apposizione del termine al contratto di lavoro e di modularne, in maniera specifica rispetto alla generalità dei contatti a termine, il diritto di precedenza dei lavoratori. Ma non solo! Il Decreto Legislativo 368/ 2001, ed ora il Dlgs 81/2015 contenente la disciplina del contratto a tempo determinato esclude il rapporto di lavoro in ambito stagionale dalle limitazioni quantitative individuate dalla contrattazione collettiva per la generalità dei contratti a termine. Inoltre per la stagionalità sia legale che collettiva, non trova assoluta applicazione la disciplina degli intervalli (stop go) e la non concorrenzialità al già citato tetto dei 36 mesi.

Il lavoratore stagionale risulta come detto, altresì, titolare di un diritto di precedenza in caso di nuove assunzioni a termine da parte dello stesso datore di lavoro per le medesime attività stagionali, da esercitarsi con specifica manifestazione di volontà entro 3 mesi dalla data di cessazione del rapporto stesso; il diritto di precedenza si estingue entro un anno dalla data di cessazione del rapporto di lavoro.

Per quanto sopra, rileva in tale situazione, l’importanza di una causalità oggettiva, sebbene residuale rispetto al contesto della acausalità strutturale.

Secondo la giurisprudenza che si è formata in materia, vengono ritenute stagionali le attività preordinate ed organizzate per l’espletamento temporaneo limitato ad una stagione non già quelle attività che pur incluse nel citato dpr n.1525/1963 hanno carattere di continuità e per periodi molto lunghi. Per cui è stagionalità laddove l’attività prevista dal dpr 1525/1963 ovvero dalla contrattazione collettiva abbia una durata limitata nel tempo e non abbia una continuità prolungata.

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Sensazione e percezione del colore

Paia di donne O Sail Prints Boat Shoe Natural Multi Radio Love 95 M US BjDv3Lb

Non tutti i colori hanno una tinta: un colore che ha una tinta è detto colore cromatico ( chromatic color, vedi definizione CIE e traduzione in 14 lingue ), un colore che non la possiede è detto colore acromatico ( achromatic color , Mirak Collo Basso Uomo Blu Blu 425 MPe35
).

colore cromatico colore acromatico

I colori nella figura qui sopra sono tutti cromatici (hanno una tinta).Per i colori cromatici, poichéhanno una tinta, si può giudicare la quantità di tale tinta, che viene indicata con il termine pienezza .

quantità

I colori dell’aria e dell’acqua sono tipicamente acromatici (non hanno tinta), mentre il colore del vino è cromatico (ha una tinta). L’espressione luce bianca , parlando con proprietà, non è corretta e dovrebbe essere sostituita con “luce acromatica”.

luce bianca

Colori acromatici in modalità superficie

In modalità superficie (tipicamente in una scena illuminata e quasi sempre anche su monitor) i colori acromatici, cioè senza tinta, sono il bianco , il nero e varie gradazioni di grigio (qui sotto).

bianco grigio

Spesso per indicare che un colore è proprio acromatico, senza nessuna tinta nemmeno in quantità minima, si usa dire che è un grigio neutro , anche se, tecnicamente parlando, il grigio è sempre neutro (nel senso che non ha tinta) per definizione.

grigio neutro
Visitato 7,657 volte, negli ultimi 7 giorni 20 visite

Torna all'indice di Sensazione e percezione del colore

Mauro Boscarol

19/2/2011 alle 12:00

Parole chiave acromatici , bianco , colori , cromatici , grigi ,

Visitato 7,657 volte, negli ultimi 7 giorni 20 visite

Devi essere collegato per scrivere un commento.

Analisi Mondo Converse 558991C Sneakers Donna BLACK 365 k9FyWpnheu
Claudia Gonnelli
1 marzo 2017
Aggiungi un commento
5 minuti

Anche nel 2016 l’indagine Ipsos ha evidenziato una grande distanza tra la percezione delle persone e i dati reali su molti temi cruciali

Condividi 5

L’istituto Ipsos ha diffuso i risultati del suo ultimo sondaggio internazionale che mostra comespesso i cittadini abbiano una percezione errata rispetto a fatti d’attualità.

percezione errata

Lo studio del 2016 “ Perils of perception – I pericoli della percezione ” confrontai dati raccolti con 27.250 interviste , condotte coinvolgendo 40 paesi , con i dati reali delle fonti ufficiali, tra cui il World Values Survey e il Pew Research Center .

27.250 interviste 40 paesi

Guardando ai risultati dello studio si può notare come i cittadini di quasi tutti i Paesi abbiano percezioni errate , chi più chi meno. Gli errori più grandi si registrano sulla quantificazionedella presenza islamica nel proprio Stato: nella maggior parte dei 40 Paesi si pensa che la presenza di musulmani sia maggioredi quanto non sia in realtà. Sono i francesi ad aprire la classifica, stimando una percentuale del 31% di persone di religione islamicanel proprio Paese a fronte di unapercentuale effettiva che si attesta al 7,5%. Anche in Italia la percezione è errata : pensiamo che 1/5 della popolazione sia di religione musulmanamentre in realtà lo è solo il 3,7%. Una simile distanza tra percezione e realtà c’è anche in Germania, Belgio, Stati Uniti, Russia e Svezia.

percezioni errate presenza islamica Anche in Italia la percezione è errata

Sempre a proposito di cittadini musulmani, che diredel loro aumentoprevisto per il 2020? Anche in questo, quasi tutti i Paesi tendono a sovrastimare i dati delle proiezioni ufficiali. In Francia la risposta media data dagli intervistati è stata che nel 2020 circa il 40% dei francesi sarebbe stato musulmano, mentre le stime ufficiali prevedono una presenza dell’8,3%. Per la Germania le stime ufficiali prevedono un aumento fino al 7% circa, nonostante i tedeschi in media indichino una stima del30%. L’Italia, nella top 3, immagina addirittura che un italiano su tre sarà musulmano entro 4 anni, sovrastimando parecchio il fenomeno (le stime ufficiali dicono che saranno meno del 5%).

Stagione 2017/2018 e LXXXI Festival

LXXXI Festival

Trilogia popolare 2018

Educational

Informazioni

Chi siamo

Sostieni il teatro

Artisti

Accademia

Amministrazione Trasparente

Archivio

© 2014 Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Tutti i diritti riservati P.IVA 00427750484